La nostra struttura emozionale

  • 25-08-2018
  • Giuseppe Montaldo
Non è vero che ci sono malattie inguaribili

Quanta gente vive nel terrore e nella paura di malattie considerate inguaribili?


Dipendono da medici che non conoscono la parola guarigione
Infatti conoscono solo la parola d'ordine: 'uccidi il sintomo'


Ci fanno credere (per chi vuole crederci) che certe malattie sono inguaribili 
Se non facessero questo le malattie smetterebbero di essere un business. 


Quindi le morti sono pubblicizzate e messe in evidenza. 
Le guarigioni sono occultate. 

È da più di trent'anni che è stato scoperto che le emozioni sono messaggeri chimici e possono essere, se mal gestite, più potenti degli ormoni e quindi portare il corpo alla malattia ma la scienza ufficiale non ne fa parola.
(Persino nelle facoltà di psicologia è proibito parlare di anima!)

(Leggi questo articolo sui disordini ormonali )


Infatti quello che fa la medicina non è guarire ma occultare il sintomo che invece è l'unico segnale che il corpo mi da per scoprirne le cause e arrivare alla vera guarigione.

Quindi è molto più facile definirle inguaribili che aprire la ricerca alle vere cause delle malattie. 
Semplicemente perchè, se si facesse questo, piano piano i farmaci e le chemioterapie varie scomparirebbero dal mercato. I business miliardari che rappresentano la cifra più alta della spesa pubblica degli stati.


Come si può vedere nella struttura dei nostri corpi sottili, le emozioni appartengono al mondo astrale.
Se volete capire come le emozioni possono somatizzare e farci ammalare vi consiglio di guardare il filmato qui sotto.



Henry Laborit è un biologo e ricercatore che ha fatto delle scoperte molto interessanti sulle causa delle nostre malattie. È sicuramente un precursore di Hamer e di tanti altri e le sue scoperte sono veramente illuminanti.

Candace Pert  ha poi scoperto con solide basi scientifiche le modalità con cui le emozioni si trasformano in chimica per il nostro corpo.

Vedi il suo libro:  Molecole di emozioni

Le emozioni sono ciò che ci muove.

Sono il nostro pilota automatico ma poche volte ce ne rendiamo conto. 

Generalmente, quando veniamo presi da un’emozione, diamo subito la colpa a colui che ce l’ha provocata. 

Non si può fare un errore più devastante di questo. 

La verità è che colui che ci provoca un’emozione ci ha toccato una ferita già presente dentro di noi! Ma quanto è difficile rendersene conto! 

La prima cosa che facciamo è cercare il nemico. Ma in realtà il nemico è dentro di noi. Se cominciamo a vederla sotto questo punto di vista lavorare con le emozioni per guarire le nostre ferite e i nostri traumi emotivi può diventare l’unico percorso di guarigione per noi possibile. 

Possiamo chiamare l’insieme delle nostre ferite e dei nostri traumi sepolti nel subconscio ‘la nostra biografia occulta’. È come un iceberg di cui vediamo solo la superficie. La parte occulta l’abbiamo seppellita sotto una spessa corazza durante tutto l’arco della nostra vita. continua....

Conferenze



GIUSEPPE MONTALDO

è ricercatore,
scrittore,
naturopata e ingegnere.
Si occupa principalmente di guarigione emotiva e spirituale.

Gli strumenti di cui si avvale sono:

Vive a Cagliari


Cerca nel sito

Gli ultimi articoli



Iscrizione al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post assieme agli inviti agli eventi.


Social




Cookies policy

Il presente sito Web archivia cookie sul computer dell'utente, che vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito e ricordare i comportamenti dell'utente in futuro. I cookie servono a migliorare il sito stesso e offrire un servizio più personalizzato, sia sul sito che tramite altri supporti. Per ulteriori informazioni sui cookie, consultare l'informativa sulla privacy e la cookie policy. Se non si accetta l'utilizzo, non verrà tenuta traccia del comportamento durante la visita, ma verrà utilizzato un unico cookie nel browser per ricordare che si è scelto di non registrare informazioni sulla navigazione.

© Copyright 2018 Giuseppe Montaldo. Tutti i diritti riservati - All rights reserved.

I contenuti del sito sono di libero utilizzo a condizione che venga citata la fonte

Privacy policy

Cookies policy