Ascoltare il corpo

Ascoltare il corpo

  • 20-11-2018
  • Giuseppe Montaldo

……..Questo è l’esempio in cui la cura è più forte del malato e, alla fine, lo uccide. Purtroppo, quando perdiamo il senso della misura, succede che ci intossichiamo anche quando non è necessario; anche quando basterebbe assecondare il male, dargli il tempo di fare il suo lavoro e poi lasciarlo andare.

 

Qualcuno si stupirà nel sentire che il male deve fare il suo lavoro. E invece non c’è niente di cui stupirsi. Perché solo noi lo crediamo ‘il male’. Tutto ciò che ci accade non è ‘cattivo’ ma ha un senso e i sintomi fisici ed anche le sensazioni emotive sono semplicemente l’effetto di cause che noi stessi, consapevoli o non consapevoli, abbiamo messo.

 

Le emozioni che generalmente chiamiamo negative vengono solo a mandarci dei messaggi. Sono le nostre ferite che sanguinano. Il dolore che esse ci provocano è solo la possibilità che la vita ci dà di guarire queste nostre ferite. Imparare ad ascoltarle, ad accoglierle senza giudizio è la nostra grande occasione di guarigione.

 

Sta solo a noi coglierla imparando ad ascoltare i segnali, in questo caso emotivi, che il nostro corpo ci dà. Se non li cogliamo, questi segnali, che possono essere emotivamente forti scaricheranno la loro energia sul corpo e quindi toccheranno i i nostri organi diventando lesioni per i nostri tessuti. Ma, se ce ne accorgiamo in tempo, le sensazioni fisiche hanno il loro linguaggio, diverso per ognuno di noi, e imparare a decodificare questo linguaggio è la via maestra per la guarigione.” “Ma Maestro” intervenne Martina “a volte il male è tanto grave che certi aiuti, anche sotto forma di farmaci sono necessari.”

 

“Assolutamente sì. Quando si sono trascurati tutti i segnali avuti precedentemente non si può che ricorrere alle maniere forti. Ma, come abbiamo visto poco fa, la cura può uccidere il malato. Significa che si è arrivati ad un punto di non ritorno. Ma torniamo all’immagine del campo di battaglia.

 

Il male più grande che possiamo fare a noi stessi è pensare che esistano forze del bene e forze del male. Esistono solo microrganismi che sono strutturati per svolgere compiti diversi. Alcuni vanno in una direzione, altri vanno nella direzione opposta. L’evoluzione può avvenire solo dall’incontro-scontro di ciò che va verso la vita e di ciò che va verso la morte.

 

E tutto ciò che ci accade ci costringe sempre a trovare una reazione di sopravvivenza. La nostra guarigione non dipende da quello che ci accade ma dipende da come noi reagiamo a ciò che ci accade. E la vita ci mette sempre alla prova…….

 

Conferenze



GIUSEPPE MONTALDO

è ricercatore,
scrittore,
naturopata e ingegnere.
Si occupa principalmente di guarigione emotiva e spirituale.

Gli strumenti di cui si avvale sono:

Vive a Cagliari


Cerca nel sito

Gli ultimi articoli



Iscrizione al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post assieme agli inviti agli eventi.


Social




Cookies policy

Il presente sito Web archivia cookie sul computer dell'utente, che vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito e ricordare i comportamenti dell'utente in futuro. I cookie servono a migliorare il sito stesso e offrire un servizio più personalizzato, sia sul sito che tramite altri supporti. Per ulteriori informazioni sui cookie, consultare l'informativa sulla privacy e la cookie policy. Se non si accetta l'utilizzo, non verrà tenuta traccia del comportamento durante la visita, ma verrà utilizzato un unico cookie nel browser per ricordare che si è scelto di non registrare informazioni sulla navigazione.

© Copyright 2018 Giuseppe Montaldo. Tutti i diritti riservati - All rights reserved.

I contenuti del sito sono di libero utilizzo a condizione che venga citata la fonte

Privacy policy

Cookies policy