Il razzismo e il rispetto delle regole

«La tenebra non può scacciare la tenebra: solo la luce può farlo. L'odio non può scacciare l'odio: solo l'amore può farlo. L'odio moltiplica l'odio, la violenza moltiplica la violenza, la durezza moltiplica la durezza, in una spirale discendente di distruzione.» (Marthin Luther King)

  • 27-06-2019
  • Giuseppe Montaldo

Sea Watch - Rabbia, Odio ed incapacità di accettare le regole.

«La tenebra non può scacciare la tenebra: solo la luce può farlo. L'odio non può scacciare l'odio: solo l'amore può farlo. L'odio moltiplica l'odio, la violenza moltiplica la violenza, la durezza moltiplica la durezza, in una spirale discendente di distruzione.» (Martin Luther King)


Vedendo certe reazioni piene di odio e di rabbia perchè qualcuno cerca di dettare delle regole - che comunque vanno sempre rispettate (anche se non le condividiamo) e questo credo sia la regola principe della convivenza e del vivere civile - mi viene da farmi delle domande.


Ma, abbiamo perso forse la capacità di discernere?

Siamo capaci di scrivere articoli lunghi, appassionati e pieni di buoni principi senza accorgersi che la passione che li spinge è solo l’odio e la rabbia?

Perché non siamo capaci di discernere?
 Perché ascoltiamo la nostra natura inferiore senza accorgerti che è lei che ci sta dettando tutto?

Stiamo confondendo tutti i piani:

  • Razzismo con certezza di regole e diritti
  • Razzista è chi non la pensa come noi
  • Fascista è chi non la pensa come noi
  • Se esprimo un parere a favore di una seria politica di immigrazione vengo subissato di insulti e tacciato di razzista (mi è successo proprio l’altro giorno)

 

Cercare di discutere con chi ti aggredisce in questo modo è perfettamente inutile. 

Sembra di avere a che fare con degli invasati!

 

Ma rabbia contro chi?

Odio contro chi?

Spiegatemi cosa significa la frase; disobbedienza=resistenza

A chi state disobbedendo?

A cosa state resistendo?


 

Insomma ciò che ho scritto l’altro giorno:
LA GUERRA DI TUTTI CONTRO TUTTI 

Sembra che sia sempre più vero e imminente.

E siamo tutti responsabili.

 Questo il relativo post:

“Se la società è malata è perché siamo tutti malati?
E se siamo tutti malati è perché la società è malata?
Ho scritto che le malattie autoimmuni dipendono dalla mancanza di riconoscimento del padre.
Il padre non ti ha dato il posto, non ti spiegato i tuoi limiti, non ti ha dato i confini. Ti senti sperduto e senza valore. E non puoi riconoscerti!
E se non sai chi sei sono dolori!
Se in una società tutti i padri smettono di dare i confini ai propri figli e di conseguenza se nessuno rispetta più le regole cosa pensate che possa succedere?

LA GERRA DI TUTTI CONTRO TUTTI
E pensi che nel tuo corpo possa essere diverso?
Ringrazio mio padre che mi ha insegnato i limiti. Perché solo se li riconosci li puoi superare. E puoi diventare infinito. Senza prevaricare gli altri.”

 


Questo è il contributo di Marthin Luther King: 

«La tenebra non può scacciare la tenebra: solo la luce può farlo. L'odio non può scacciare l'odio: solo l'amore può farlo. L'odio moltiplica l'odio, la violenza moltiplica la violenza, la durezza moltiplica la durezza, in una spirale discendente di distruzione.» (Martin Luther King)



Mentre questo è il contributo di Omraam Mikhaël Aïvanhov

«Ci sono esseri ritenuti buoni e altri ritenuti cattivi. Ma in realtà ogni essere umano è, in proporzioni disuguali, una mescolanza di buono e cattivo. È quanto vi è di buono in ciascuno a spingerlo a studiarsi per correggersi e migliorarsi. E migliorandosi, si cambia il proprio destino.
Tutti noi abbiamo il potere di cambiare il corso del nostro destino, di invertire le correnti del destino o di avanzare controcorrente senza essere trascinati via, senza annegare o essere scaraventati sugli scogli. Dobbiamo anzi imparare a utilizzare la forza delle correnti contrarie, per volare al di sopra di tutti gli ostacoli, salire sul vento e lanciarci verso il cielo. Ma solo lo spirito in noi è in grado di realizzare questo prodigio. Quando ci associamo allo spirito, quando ci uniamo allo spirito, noi non subiamo più il destino: entriamo sotto la legge della Provvidenza, e la Provvidenza cancella il vecchio destino. Camminavamo verso la morte, e ora camminiamo verso la vita.» (Omraam Mikhaël Aïvanhov)

 

 

Conferenze



GIUSEPPE MONTALDO

è ricercatore,
scrittore,
naturopata e ingegnere.
Si occupa principalmente di guarigione emotiva e spirituale.

Gli strumenti di cui si avvale sono:

Vive a Cagliari


Cerca nel sito

Gli ultimi articoli



Iscrizione al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post assieme agli inviti agli eventi.


Social




Cookies policy

Il presente sito Web archivia cookie sul computer dell'utente, che vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito e ricordare i comportamenti dell'utente in futuro. I cookie servono a migliorare il sito stesso e offrire un servizio più personalizzato, sia sul sito che tramite altri supporti. Per ulteriori informazioni sui cookie, consultare l'informativa sulla privacy e la cookie policy. Se non si accetta l'utilizzo, non verrà tenuta traccia del comportamento durante la visita, ma verrà utilizzato un unico cookie nel browser per ricordare che si è scelto di non registrare informazioni sulla navigazione.

© Copyright 2018 Giuseppe Montaldo. Tutti i diritti riservati - All rights reserved.

I contenuti del sito sono di libero utilizzo a condizione che venga citata la fonte

Privacy policy

Cookies policy