Mon oncle d'Amerique

La donna delle sette fonti

Il diavolo veste Prada

Esoterismo miti e magia

Joseph Campbell
Joseph Campbell (1904 -1987), studioso delle religioni e dei miti, nonché profondo conoscitore di C. G. Jung.
Scienza, filosofia e religione
Steiner definisce l'esoterismo, la metafisica, il mondo invisibile 'Scienza dello spirito; Elipahs Levi afferma che la fede è scientifica... e con loro tanti altri maestri
Massimo Scaligero

Massimo Scaligero è stato un giornalista ed esoterista italiano.


Omraam Mikhaël Aïvanhov
Michail Afanas'evič Bulgàkov
Eliphas Levi
pseudonimo di Alphonse Louis Constant (Parigi, 8 febbraio 1810 – Parigi, 31 maggio 1875), fu il più famoso studioso di esoterismo dell'Ottocento.
James Frazer
esercitò grande influenza nel campo degli studi etnologici e storico religiosi
Rudolf Steiner
Carl Gustav Jung
Carl Gustav Jung è stato uno psichiatra, psicoanalista, antropologo, filosofo e accademico svizzero, una delle principali figure intellettuali del pensiero psicologico e psicoanalitico

Cosa significa Esoterismo miti e magia

Ho scritto spesso che è scienza e fede sono due facce della stessa medaglia.

In realtà c’è una differenza sostanziale:

  1. la scienza ha bisogno sempre di prove
  2. la fede non può avere prove


e riporto un dialogo che ho sentito ieri in un film intitolato ‘L’apparizione’

“Ma cosa si aspettava? Una prova? 

Se avesse una prova non avrebbe più scelta; 

Non ci sarebbe più mistero. 

E la fede è una scelta libera e chiara. 

Se si decide di credere al grande mistero non si ha più bisogno di prove e di reliquie.”

Un’altra persona dice:

“Il grande peccato del mondo moderno potrebbe essere il rifiuto dell’invisibile.”


Dico io:

La cosa più assurda è che una Chiesa che è costruita sulla fede, quando capitano eventi ‘straordinari’, come Lourdes, Medjugorje, Fatima e tanti altri, nomini commissioni di inchiesta canoniche per cercare prove tangibili per il grande mistero.

I fedeli dovrebbero essere lasciati liberi se credere o non credere.

La fede è una scelta libera. Se non è libera non può essere fede.

E questa precisazione secondo me vale sia per chi crede e sia per chi non crede.

Perché penso che, fra quelli che credono, ci sono due categorie

  1. I mentali: quelli che credono di credere
  2. I credenti: quelli che invece mettono in discussione la fede tutti giorni.


Penso che i veri credenti siano questi ultimi dato che il mistero è qualcosa di inafferrabile; non c’è mai nessuna certezza e quindi è una ricerca continua.

A quelli che non credono è difficile dare una risposta.

Bisognerebbe interrogarsi sul significato di io non credo.

Secondo me è solo una barriera.

Infatti coloro che non credono stanno solo cercando prove, sicurezze perché si illudono che la loro vita sia fondata sulle cose ‘ragionevoli’, quelle che hanno senso.

Purtroppo penso che sia una caratteristica di coloro che hanno paura di entrare in contatto col loro cuore, di riconoscere e vivere le emozioni, che non sono una debolezza ma qualcosa che ci muove e ci guida dall'interno di noi stessi.

Insomma molti si chiedono chi sono e, anziché guardarsi dentro, cercano le verità fuori di loro.

Le emozioni sono il linguaggio di Dio, Io lo definisco il modo in cui Dio comunica con noi.

E questo qualunque sia il significato che ognuno dà alla parola ‘Dio’


Esoterismo, miti e magia 

sono solo alcune facce di questo mistero


Cerca nel sito

Gli ultimi articoli



Iscrizione al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post assieme agli inviti agli eventi.


Social




Cookies policy

Il presente sito Web archivia cookie sul computer dell'utente, che vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito e ricordare i comportamenti dell'utente in futuro. I cookie servono a migliorare il sito stesso e offrire un servizio più personalizzato, sia sul sito che tramite altri supporti. Per ulteriori informazioni sui cookie, consultare l'informativa sulla privacy e la cookie policy. Se non si accetta l'utilizzo, non verrà tenuta traccia del comportamento durante la visita, ma verrà utilizzato un unico cookie nel browser per ricordare che si è scelto di non registrare informazioni sulla navigazione.

© Copyright 2018 Giuseppe Montaldo. Tutti i diritti riservati - All rights reserved.

I contenuti del sito sono di libero utilizzo a condizione che venga citata la fonte

Privacy policy

Cookies policy