Il lavoro sulle emozioni

Tecniche da usare sotto una forte emozione

  • 16-08-2018
  • Giuseppe Montaldo

Molte volte viviamo emozioni che ci fanno male, che ci stupiscono, di cui non riusciamo a capire l’origine ed il senso.


Quando questo capita generalmente usiamo tre modalità per reagire a queste emozioni:


  • Facciamo finta di niente e letteralmente scappiamo dall'emozione tagliandola. Questa modalità appartiene a quelle persone che hanno reiterato le loro ferite durante tutta la vita ed hanno smesso di provare emozioni negandosi in questo modo alla vita stessa. Hanno scelto più o meno consapevolmente di non imparare dall'esperienza. La conseguenza è cinismo, indifferenza, fuga da se stessi con ogni modalità. Il distacco da sé fa si che l’emozione tagliata crei sofferenza ciclica inspiegabile e che può diventare insostenibile e trasformarsi in malattia. La mancanza di autoriconoscimento e consapevolezza di sé è il più gran danno che possiamo fare a noi stessi.

 

  • Cadiamo dentro l’emozione facendoci sopraffare. Questo genera sofferenza che, se non riconosciuta come parte di un processo di guarigione, produce la conseguenza di cui al punto precedente.


  • Impariamo a vivere l’emozione riconoscendola e accettandola come qualcosa che ci appartiene profondamente. E’ il corpo di dolore che ci manda il suo messaggio. Non abbiamo nessuna colpa di questa sofferenza perché l’abbiamo ereditata. Ma se la riconosciamo e le consentiamo di esplicare i suoi effetti di guarigione e cambiamento, il dolore cesserà presto ed eviteremo di trasformarlo in sofferenza.

 

Tecniche da usare sotto una forte emozione

 

  • Osservare il processo come se fossimo all'esterno di noi stessi cercando di decodificare il messaggio interrogando l’emozione; 

 

  • Non dare giudizi su ciò che ti sta accadendo. Non esiste né colpa né volontà di fare male da parte di nessuno; 

 

  • Non colpevolizzare né te stesso né gli altri per ciò che ti sta accadendo; 

 

  • Affidati totalmente alla saggezza del tuo corpo; le emozioni partono da un massimo poi, se non le giudichiamo, lentamente si scaricano; 

 

  • Cerca di lasciare andare totalmente il controllo affidandoti e lasciando andare tutte le tensioni 

 

  • Supera la paura che ti possa succedere qualcosa; le emozioni ti fanno male solo se non le ascolti 

 

  • Dì a te stesso che accetti totalmente quello che ti sta succedendo.  

 

  • Rimani sull’emozione sentendone tutto il dolore e la forza. la usa energia è ciò che ti guarisce dalla tua ferita; solo così, lentamente, inizierà a scaricarsi. 

 

  • In generale impara ad accettare ciò che ti accade perché ha sempre un senso; se lo capisci puoi modificare i tuoi comportamenti per prevenire nuove crisi 

 

  • Cerca di capire in quale parte del corpo l’emozione si sta scaricando o qual è la parte del corpo che si blocca 


 Nel frattempo cerca di chiederti:


  1. Di cosa ho paura? 
  2. Cosa devo comprendere? 
  3. Non ne ho avuto abbastanza?  


Se non capisci subito il messaggio da decodificare non ti preoccupare; se lo vuoi sapere veramente lo comprenderai più avanti in maniera profonda.

 

 

 

Conferenze



GIUSEPPE MONTALDO

è ricercatore,
scrittore,
naturopata e ingegnere.
Si occupa principalmente di guarigione emotiva e spirituale.

Gli strumenti di cui si avvale sono:

Vive a Cagliari


Cerca nel sito

Gli ultimi articoli



Iscrizione al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post assieme agli inviti agli eventi.


Social




Cookies policy

Il presente sito Web archivia cookie sul computer dell'utente, che vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito e ricordare i comportamenti dell'utente in futuro. I cookie servono a migliorare il sito stesso e offrire un servizio più personalizzato, sia sul sito che tramite altri supporti. Per ulteriori informazioni sui cookie, consultare l'informativa sulla privacy e la cookie policy. Se non si accetta l'utilizzo, non verrà tenuta traccia del comportamento durante la visita, ma verrà utilizzato un unico cookie nel browser per ricordare che si è scelto di non registrare informazioni sulla navigazione.

© Copyright 2018 Giuseppe Montaldo. Tutti i diritti riservati - All rights reserved.

I contenuti del sito sono di libero utilizzo a condizione che venga citata la fonte

Privacy policy

Cookies policy